A ponente non c'è niente?

Siamo giovani, giovani nati e cresciuti nel ponente Genovese. Giovani che vorrebbero mettere a disposizione le loro competenze per far ripartire il ponente, per dare nuovo slancio, nuove idee a lungo termine, per uscire dal semplice conservare e passare al ripensare un futuro per il nostro municipio. 

Vogliamo ripartire da degli incontri, da un appuntamento fisso in cui coloro che a ponente ci vivono, coloro che a ponente ci dormono, ma sono costretti a fare qualunque altra loro attività altrove, ripartano dalle idee e dalle nuove energie. 

Noi, che vi proponiamo questo incontro, primo tra molti, abbiamo trovato un interlocutore interessato a risolvere politicamente questi problemi delegazione per delegazione, in maniera capillare. Vogliamo incontrarci quindi per raccontarvi del progetto di Genova che osa per la città intera e di come queste idee possono essere declinate e arricchite da noi che nel ponente ci abitiamo. 


Alcune idee? 
Eccole. 

NUOVA MOBILITA’

Perdiamo troppe ore al giorno, ore che potremmo dedicare alla famiglia, al tempo libero, ai nostri interessi, a causa di un sistema di trasporti poco funzionale. Le linee ferroviarie che servono il ponente, al collasso in certi momenti della giornata e completamente deserte in altri, vanno ripensate. 
La proposta? Una metropolitana di superficie, più binari, più frequenza, convogli più piccoli, con snodi per le tratte maggiori a Principe e Brignole, per far sì che muoversi non sia un problema ma una possibilità. 


PONENTE E CITTA’

Genova città senza periferie, ma città policentrica, bisogna trasformare però questa definizione in un fatto reale.
Il ponente Genovese deve trovare il suo ruolo nell’economia della città, un modo per renderlo vivo e non un più o meno piacevole quartiere dormitorio. 
La proposta? Gli spazi sono la maggior ricchezza del ponente e nel contempo la maggior problematica per il centro città. Ripartire da questi e dalla capacità di attirare idee e progetti laddove ci sono gli spazi per farle crescere. Attirare energie in periferia, che la rendano un luogo attivo e che al di là dei piccoli problemi quotidiani diano slancio e fiducia alla comunità. Riattivare le aree ex industriali a partire da start up innovative, sale da concerto, una biblioteca e luoghi di aggregazione.


RIPARTIRE DALLO SPORT

Se c’è un qualcosa da cui invece il ponente sta già ripartendo è lo sport: sempre più impianti, sempre più attività, nell’ottica di trovare un motivo che attiri persone anche da altri quartieri nel nostro ponente. La proposta? Puntare e potenziare su questa vocazione sportiva del ponente per renderlo un punto di riferimento, dove praticare in strutture comode, accessibili e adeguate ogni tipo di attività sportiva, con tutta la qualità di vita, i posti di lavoro e le ricadute benefiche sul territorio.

Ci vediamo li?

17 PARTECIPANO

Who's RSVPing

Parteciperai?

Mostra 17 reazioni

Controlla la tua email, ti è stato mandato un link per attivare il tuo account.
  • rsvped 2017-05-15 07:47:53 +0200
  • rsvped 2017-05-14 07:49:18 +0200
  • rsvped 2017-05-14 07:49:17 +0200
  • rsvped 2017-05-13 07:49:04 +0200
  • rsvped 2017-05-12 07:49:52 +0200
  • rsvped 2017-05-12 07:49:51 +0200
  • rsvped 2017-05-12 07:49:50 +0200
  • rsvped 2017-05-12 07:49:49 +0200
  • rsvped 2017-05-12 07:49:47 +0200
  • rsvped 2017-05-12 07:49:46 +0200
  • rsvped 2017-05-12 07:49:44 +0200
  • rsvped 2017-05-12 07:49:41 +0200
  • rsvped 2017-05-12 07:49:39 +0200
  • rsvped 2017-05-12 07:49:38 +0200
  • rsvped 2017-05-12 07:49:37 +0200
  • rsvped 2017-05-12 07:49:36 +0200
  • rsvped 2017-05-12 07:49:34 +0200