PROSSIMA
GENERAZIONE

Contribuiamo all’elezione di candidate e candidati coraggiosi, impegnati a combattere le diseguaglianze e a garantire opportunità a chi è stato lasciato indietro, a partire da giovani e anziani.

PROSSIMA
GENERAZIONE

Contribuiamo all’elezione di candidate e candidati coraggiosi, impegnati a combattere le diseguaglianze e a garantire opportunità a chi è stato lasciato indietro, a partire da giovani e anziani.

Alessandro Terrile

VOTO: 3

Alessandro Terrile è capogruppo del Partito Democratico in consiglio comunale a Genova. Come candidato uscente pubblichiamo già la nostra valutazione sul suo percorso politico di questi cinque anni, sulle proposte portate in consiglio comunale e sulle dichiarazioni pubbliche.

“Garantire uguaglianza di diritti e di opportunità è un dovere, ma solo premiando il merito e le competenze” dice Alessandro Terrile sul suo sito web. Una affermazione che ci trova profondamente in disaccordo, l’idea di condizionare l’uguaglianza al merito o altri prerequisiti significa non garantirla affatto. L’uguaglianza è una precondizione che va assicurata a prescindere.

Qualche anno fa ha firmato un appello per sostenere il nostro piano per una eredità per l’autonomia dei giovani. A questo impegno però non sono seguite iniziative o prese di posizione ulteriori. In questi anni ha svolto un'opposizione circoscritta, limitandosi a rispondere alle iniziative della giunta per contrastarle ma senza sviluppare una visione alternativa e senza promuovere campagne di più ampio respiro.

Abbiamo apprezzato le prese di posizione sul tema degli spazi, dal Mercato del pesce alla recente vicenda dell’ex cinema di via Chiabrera, così come la proposta di pedonalizzare piazza Colombo. È mancato su questi temi fondamentali la capacità di andare oltre l’opposizione e sviluppare piani ambiziosi, che avrebbero potuto costruire il fondamento di un programma innovativo della coalizione.

Più volte ha richiamato la giunta sui temi della trasparenza, criticando le scelte opache dell’amministrazione, spesso reticente nel fornire numeri e analisi sul proprio operato.

Giudichiamo in modo estremamente negativo le posizioni assunte sul tema della movida anche nel corso del recente dibattito in consiglio comunale e l’aver votato e fatto votare un ordine del giorno per noi irricevibile. Ci dispiace che, nonostante ripetuta richiesta, non abbia trovato tempo e modo di incontrarci e ascoltare le nostre proposte.

La recente nomina ad amministratore delegato dell’ente bacini è ragione determinante per assegnare al candidato una netta insufficienza. E lascia domande aperte a cui non abbiamo trovato, da Terrile, risposte convincenti. L’ente bacini deve essere posto al servizio della città, non viceversa. Come può un consigliere comunale (e uno dei principali leader del centrosinistra) svolgere allo stesso tempo entrambi i ruoli? Quando si dovranno assumere decisioni in conflitto rappresenterà i genovesi o gli interessi industriali dell’ente bacini? Se davvero avesse svolto un'opposizione combattiva sarebbe stato nominato per un ruolo di questo tipo?

LE SUE DICHIARAZIONI

Martedì 10 maggio Terrile ha annunciato il ritiro della candidatura con le seguenti motivazioni che pubblichiamo integralmente.

RITIRO LA MIA CANDIDATURA L'UNICO MIO OBIETTIVO E' LA VITTORIA DELLA COALIZIONE PROGRESSISTA

Ho dato la mia disponibilità a candidarmi in Consiglio Comunale per proseguire un impegno civile a cui tengo, non vedendo una specifica incompatibilità o una contraddizione con l’incarico che ho recentemente assunto.

Ritengo peraltro che le competenze professionali e il lavoro di ciascuno siano elementi inscindibili del vissuto di chiunque faccia politica, senza necessariamente determinare conflitti di interessi.

Sono stupito e amareggiato delle reazioni che individuano un interesse personale in una disponibilità che sarebbe innanzitutto un servizio. Pur non condividendo il merito di tali polemiche, ritiro la mia candidatura, nello spirito di assicurare il massimo sostegno alla coalizione progressista e al nostro candidato sindaco.

Ad Ariel dello Strologo, al Partito Democratico di Genova e al suo Segretario Simone D’Angelo un sincero ringraziamento per il sostegno che non è mai venuto meno. E una certezza: sarò al vostro fianco con ancora maggiore impegno.

Fonte: https://www.facebook.com/permalink.php?story_fbid=2054076018133482&id=722425124631918

TI CANDIDI?

Schierati con coraggio per una Genova più eguale e solidale

ALTRI ARTICOLI

Prossima
generazione

La campagna per favorire l'elezione di candidate e candidati coraggiosi, impegnati a lottare contro le diseguaglianze e a garantire opportunità a chi è stato lasciato indietro, a partire da giovani e anziani.

LEGGI TUTTO
CAMPAGNA DI PRESSIONE

5 domande ai
leader del centrosinistra

Scopri come si sono schierati i leader su 5 domande chiave.

LEGGI TUTTO
PROPOSTE

Una Genova
più eguale

Proposte innovative e radicali per formare una nuova cultura di sinistra.

LEGGI TUTTO