Lavoriamo insieme per il futuro della città

Il mio invito a Maurizio Maggiani: anche io sono molto tentata di unirmi al suo invito al dolore e di non regalare la mia sovranità a nessuno di coloro che si presenterà a marzo per le politiche -perché credo che nulla di sensato potrà nascere dal partito della nazione e nemmeno dalle frattaglie della sinistra, unite per tentare di superare lo sbarramento ma senza un progetto e un’anima comune - lavoriamo insieme, anche sul locale, per rimettere al centro le idee per il futuro di Genova, sfidando la politica al confronto con i tanti cittadini che ha deciso di perdere. L'articolo è stato pubblicato sul Il Secolo XIX   Continue reading

La Liguria in parlamento

In Liguria la partita è tutta da giocare, almeno ad oggi. La simulazione nei collegi liguri sulla base della media degli ultimi sondaggi assegna i 6 posti disponibili due per ciascuno tra centrodestra, centrosinistra e grillini. Risultati che, considerando anche l’alta astensione prevista e i margini ridotti, possono facilmente essere ribaltati anche dallo spostamento di numeri di elettori relativamente piccoli. Simulazione dei risultati nei collegi uninominali della Liguria in base a diversi scenari del voto nazionale (ogni collegio elegge un deputato).   Continue reading

Cosa nasconde la dottrina Minniti

Per affrontare il problema dell’immigrazione, è necessaria una conoscenza precisa di quanto accade, per evitare di affidarsi a slogan che nulla risolvono e, anzi, danneggiano la società. Due giovani ricercatori stranieri hanno pubblicato sul Washington Post uno studio sulla Libia, in cui evidenziano asetticamente le falle geopolitiche della strategia italiana ed europea. Dobbiamo riflettere su quanto stiamo facendo sul piano internazionale. Ha senso impiegare così tante risorse economiche per non vedere in Italia i migranti, finanziando però enti parastatali e paramilitari? Possiamo fare di più nelle nostre comunità - partendo dalla dimensione locale - per cambiare questa situazione, promuovendo un programma di solidarietà e inclusione che investa nei territori in declino come Genova, città sempre più vecchia? Continue reading

Le maggioranze impossibili

Il PD ha presentato una nuova legge elettorale. Abbiamo fatto alcune simulazioni per capire cosa succederebbe se si votasse oggi e chi sarebbe più avvantaggiato da questa nuova legge.  Aggiornamento: Il governo ha deciso di porre la fiducia sulla nuove legge elettorale. Una scelta che, di fatto, impedisce la discussione all'interno del parlamento che sta rapidamente procedendo all'approvazione del testo della legge. Il documento che abbiamo pubblicato qualche settimana fa resta attuale, le maggioranze non ci sono. Si può cambiare la legge elettorale ma (per fortuna) non si possono cambiare i cittadini. Si è di nuovo persa l'occasione per ricostruire il rapporto tra elettori e rappresentanti e per aumentare la fiducia dei cittadini nel parlamento.  Continue reading

Una lista per dare forza alle idee

Siamo partiti mesi fa, a gennaio, quando abbiamo lanciato 5 proposte per dare a Genova nuove opportunità: un piano di recupero degli spazi per pedonalizzazioni, alloggi e imprese; il reddito minimo d’autonomia per aiutare i giovani a scegliere di restare in città; un progetto per sostenere l’economia della condivisione per favorire nuove pratiche sociali di collaborazione nei quartieri; la riforma della mobilità pubblica per un servizio all’altezza dei bisogni e per ridurre progressivamente il traffico privato; un progetto di sviluppo di una zona universitaria nel Centro storico per rendere l’Università, il sapere e gli scambi un motore dello sviluppo cittadino. Continue reading

#GENOVACHEOSA: la campagna social

Genova che Osa è una provocazione, un gioco che ci ha fatti sorridere, ma che quotidianamente ci fa riflettere: l’unico modo per far parlare del programma, delle idee e dei progetti in una città abbandonata a se stessa, che preferisce eterne diatribe partitiche ai reali contenuti, sembra essere candidarsi. Quindi ci siamo candidati. Continue reading

Genova che osa. La sfida dei giovani alla Rete a Sinistra

Genova è a un bivio. Da una parte un lento declino, dall’altra nuove opportunità, una nuova identità e un futuro. La prima volta che l’abbiamo detto era dicembre. Era l’inizio di un percorso che ha coinvolto un centinaio di giovani tra i 20 e 30 anni. Ci siamo messi a studiare come mai la nostra generazione sta sparendo da Genova. Continue reading