Torna a GENOVA CHE OSA

PETIZIONE

Bucci, next question

Bucci, next question

Fare presto è importante, ma fare bene è essenziale. Bucci ha il dovere di informare e spiegare in modo rigoroso e puntuale il perché delle scelte.

Il crollo di Ponte Morandi ha lasciato Genova sconvolta. Per mesi poi abbiamo assistito ai tentannamenti del Governo che ha varato il decreto Genova tra mille polemiche, mesi dopo la tragedia. Nonostante l'esigenza di fare presto i fogli del decreto sono stati consegnati senza cifre, tenuti misteriosi per settimane e persino sulla data della sua approvazione ha regnato la più completa confusione.

Ieri il sindaco Bucci, nominato commissario dopo altre misteriose vicende, ha tenuto una conferenza stampa surreale, in cui ha detto che il progetto del nuovo ponte è stato assegnato "senza fare confronti" e non si è riusciti a capire su quali basi si è scelto. Di fronte ai giornalisti il sindaco ha liquidato l'argomento dicendo solo "next question".

 


 

 


 

Fare presto è importante, ma fare bene è essenziale. La ricostruzione di Genova non è solo la ricostruzione del ponte. Il Morandi è crollato in una delle aree più periferiche di una città che è divenuta periferica. Se vogliamo rimarginare le fratture che dividono la città dovremo compiere delle scelte politiche importanti in modo trasparente e inclusivo. Si tratta di scelte che condizioneranno il futuro delle prossime generazioni.

I cittadini di Genova sono già stati lasciati senza informazioni chiare per mesi. Ora non ci sono più scuse. Bucci ha il dovere di informare e spiegare in modo rigoroso e puntuale il perché delle scelte. Le fondamenta del futuro non possono essere disposte tra silenzi, segreti e scelte opache. Facciamo la prossima domanda al Sindaco di Genova: perché è stato scelto questo ponte?

Aiutaci a far girare la petizione, condividi:


Condividi
Facebook Twitter Email WhatsApp Telegram

RACCOLTE: 30 firme

60.0%

OBIETTIVO: 50 firme

Firma!

Tienimi aggiornato via email
Tienimi aggiornato via sms
×

RACCOLTE: 30 firme

60.0%

OBIETTIVO: 50 firme

Firma!

Tienimi aggiornato via email
Tienimi aggiornato via sms