Regionali 2020: una campagna dal basso per una Liguria più eguale e solidale

Obiettivo: sconfiggere il centrodestra alle prossime elezioni regionali concentrando il dibattito politico intorno a proposte radicali e innovative per rendere la Liguria più eguale e solidale.

 

Non ci rassegneremo al cinismo, non diventeremo indifferenti e non accetteremo l’idea di cedere la nostra regione alla destra senza nemmeno provarci. Genova che osa è una organizzazione no profit che si batte per un mondo più eguale e se solidale, per questo vogliamo impegnarci in vista delle elezioni regionali e dare il nostro contributo.

Crediamo nel potere delle persone, organizzate intorno a una visione comune, di cambiare il corso degli eventi. Vogliamo costruire una campagna dal basso, a sostegno di proposte radicali e innovative, per motivare gli elettori di centro sinistra ad andare a votare e fare pressioni sui candidati affinché sostengano e adottino queste proposte.

Per vincere in Liguria bisogna indicare la prospettiva di una regione diversa, in cui le politiche pubbliche sono indirizzate a garantire a tutte e a tutti le più ampie opportunità di sviluppo personale e di partecipazione sociale. Una Liguria in cui gli sforzi di ciascuno sono indirizzati verso ciò che ha scelto e non verso ciò che è stato determinato dalla lotteria del destino.


 

Il contesto

Le elezioni regionali sono l’occasione per sconfiggere la destra in Liguria e riaprire una stagione di governo progressista. Purtroppo negli ultimi mesi il centrosinistra anche se unito si è presentato come litigioso, avvitato in discussioni sterili e incapace di entusiasmare.

Il gruppo dirigente è più concentrato a pensare a come non perdere posizioni acquisite, a far rieleggere chi è già eletto, piuttosto che concentrarsi su quale Liguria profondamente diversa vogliamo e su come farla vincere. Le sorti personali di pochi vengono prima di un grande progetto collettivo di trasformazione. Così manca l’analisi, mancano le idee e di conseguenza le persone.

Il rischio di questa situazione è che tantissime persone di sinistra, scoraggiate, decidano di non andare a votare. Così il centrodestra ha gioco facile a rivincere le elezioni e quei gruppi dirigenti, inadeguati, di centrosinistra a preservarsi pur riducendosi.

 

DOSSIER

5 anni di
consiglio regionale

Un dossier sull'attività dei consiglieri regionali di centrosinistra, la quantità di atti prodotti e i temi su cui si sono impegnati.

LEGGI TUTTO
DOSSIER

Diseguaglianze
e coronavirus

Un dossier su come si sono accresciute le diseguaglianze al tempo del coronavirus a partire dal confronto tra i quartieri.

LEGGI TUTTO

 

I temi

Le diseguaglianze dividono la Liguria. Negli ultimi anni il divario tra le persone è costantemente aumentato, pochi sono diventati più ricchi e molti sono scivolati al di sotto della soglia della povertà. La crisi legata al Coronavirus ha peggiorato ulteriormente la situazione.

Genova che osa vuole impegnarsi, in vista delle elezioni regionali, affinché la lotta alle diseguaglianze diventi la priorità assoluta del candidato e della coalizione di centrosinistra. Vogliamo presentare una serie di proposte radicali e innovative che si concentrino sul creare nuove opportunità per i giovani, sulla giustizia climatica e su come garantire servizi sociosanitari improntati all’idea di portare tutti avanti e non solo contenere le situazioni esistenti.

 

TOWNHALL MEETING

Domande a Sansa

Abbiamo invitato Ferruccio Sansa, candidato del centrosinistra, a partecipare a un townhall per riportare la discussione sui temi e sulle idee in una formula che favorisca partecipazione e coinvolgimento. Il townhall meeting è una forma di incontro pubblico diffusa nei paesi anglosassoni in cui gli eletti o i candidati rispondono, brevemente, a domande dirette poste dalle persone che partecipano. È uno strumento utile a fare pressione ai candidati sollecitandoli su temi precisi e per raccogliere impegni chiari sulle questioni poste. l townhall meeting si svolgerà in presenza e online e sarà articolato in due parti: nella prima parte ogni associazione potrà porre una domanda al candidato; nella seconda parte le domande saranno poste direttamente dalle persone. Per favorire la partecipazione le domande saranno raccolte online nei giorni precedenti l’incontro e saranno riordinate per ambiti tematici, così da favorire una discussione il più possibile coerente. Il candidato avrà tempi stretti e determinati per rispondere, perchè l’obiettivo è avere risposte puntuali e precise. L'incontro è promosso da Genova che osa, Oltre il giardino, La città - giornale di società civile, Comunità San Benedetto al Porto ed è trasmesso in diretta su Good Morning Genova.

Posted by Genova che osa on Monday, July 27, 2020

Sansa risponde alle domande di cittadini e associazioni. Il video del townhall meeting in cui il candidato ha appoggiato la proposta di una eredità per l'autonomia dei giovani.

 

PROPOSTA

Eredità per l'autonomia dei giovani

Il piano dirompente di Genova che osa per favorire l'autonomia dei giovani

LEGGI TUTTO

Commenta per primo

Oppure entra con l'email

    Controlla la tua email per attivare il profilo.

    Entra
    in azione

    Costruiamo una campagna dal basso, a sostegno di proposte radicali e innovative, per motivare gli elettori di centrosinistra e fare pressioni sui candidati