Emilio Robotti

Lista: Lista Sansa
Circoscrizione: Genova
Valutazione: 5/5

La nostra valutazione Apprezziamo la lettura delle disuguaglianze e la comprensione del tema della povertà materiale e immateriale. Sosteniamo il ragionamento di riforma del welfare e gli spunti su alcuni altri temi trattati: scuola, trasporti pubblici, sanità. Valutiamo molto positivamente e fondamentale l’appoggio al piano sull’eredità per l’autonomia dei giovani. Più deboli le idee su come svolgere il mandato per creare rete con elettrici ed elettori promuovendo una nuova cultura della sinistra.

Perché ti candidi? Quali sono i tuoi obiettivi e ideali? Cosa vuoi realizzare?

Voglio portare le mie esperienze e competenze in Consiglio Regionale. Affermare e garantire i diritti fondamentali, perchè nessuno resti indietro, riformando il Servizio Sanitario Regionale su base territoriale, integrandolo con i servizi sociali e con quelli civici: ripensare insomma il sistema di welfare, anche attraverso forme innovative come l'eredità per i giovani e sostegno per le difficoltà degli anziani che non riescono a pagare l'affitto; il ricorso al co housing ed all'housing first. Inoltre, un piano formativo e scolastico regionale per contrastare l'abbandono scolastico, meccanismi di incentivazione per rendere più accessibile ed attraente l'Università; un sostegno alle famiglie di ogni tipo, anche omogenitoriali, per favorire la ripresa demografica.

Come valuti la questione delle diseguaglianze in Liguria? Come orienta la tua azione politica?

La questione delle diseguaglianze in Liguria è centrale. Crescono le povertà materiali ed immateriali, la dispersione scolastica, la crescita del numero dei neet e alla emigrazione dei giovani dalla liguria, che si accompagna alla decrescita demografica. La difficoltà di accesso ai servizi civici, sanitari e sociali, ma anche la difficoltà a spostarsi per la pessima rete di trasporti pubblici isola poi le aree interne e le perifierie della città.

Condividi le 15 proposte per la giustizia sociale del Forum Diseguaglianze e Diversità? Se sì, quale ritieni prioritaria nel contesto ligure?

Si, le condivido. Ma non credo che una sola sia prioritaria. Certamente la eredità dei giovani è ad esempio importante ed una delle prime, ma credo sia prioritaria anche il rinnovamento delle amministrazioni pubbliche nelle persone e nei metodi, a partire dal servizio sanitario regionale e del sistema dei servizi civivi e del welfare. Ma tutto questo non è possibile senza perseguire anche la giustizia sociale ed ambientale, anch'essa prevista tra le 15 proproste del Forum DD.

Se sarai eletta o eletto come svolgerai il tuo mandato? Come agirai per rafforzare il rapporto con le tue elettrici ed elettori e per promuovere una nuova cultura della sinistra?

Le mie priorità saranno l'affermazione e la garanzia dei diritti. Credo sia determinante, per promuovere una nuova cultura della sinistra, proprio l'affermazione dei diritti fondamentali della persona così come sono oggi declinati dal sistema internazionale dei diritti umani, e non solo dall'Agenda 2030 che pure rappresenta uno strumento da utilizzare e non una serie di slogan o un libro delle favole, di cui molti politici si riempiono la bocca senza sapere bene di che si tratta. Ma tutto ciò non può essere se non si trova il modo di realizzare la massima partecipazione attraverso sistemi formali ed informali, anche attraverso l'uso della tecnologia. Non basta però un 'app o una piattaforma di voto o sondaggio telematico. L'obiettivo deve essere quello di portare la Regione ed il Consiglio Regionale fuori dai palazzi. I consiglieri Regionali della sinistra non devono essere dei giardinieri del loro elettorato di riferimento per conquistare la rielezione, ma devono interagire con le realtà di riferimento del territorio, portando le istanze del territorio nel consiglio regionale e discutendo nel territorio di come portarle avanti e come espletare il proprio mandato di consigliere. Un lavoro faticosissimo e difficile? Si. Ma questo è il bisogno individuale e collettivo che ho colto durante la campagna elettorale. Questa mancanza è ciò che ha reato e crea quella che viene chiamata la casta.

Se sei una eletta o un eletto che si ricandida, come hai agito per mantenere un rapporto con elettrici ed elettori? Hai svolto iniziative pubbliche?

Non sono mai stato eletto prima.

Se sei una eletta o un eletto che si ricandida, su quali temi e iniziative ti sei concentrata o concentrato nel tuo mandato? Quali sono stati i tuoi principali risultati?

Non sono mai stato eletto prima.

La campagna di Genova che osa

In queste settimane ci siamo impegnati in una campagna dal basso, a sostegno di proposte radicali e innovative, per motivare gli elettori di centrosinistra e fare pressioni sulle candidate e i candidati che sostengono Sansa affinchè si schierino con chiarezza per una Liguria più eguale e solidale. A pochi giorni dal voto pubblichiamo le risposte al nostro appello contro le diseguaglianze e le nostre valutazioni.

Guarda tutti

Commenta per primo

Oppure entra con l'email

    Controlla la tua email per attivare il profilo.

    Firma
    l'appello

    Ci impegniamo a sostenere il centrosinistra e chiediamo a Sansa e alle candidate e ai candidati della sua coalizione di impegnarsi a lottare contro le disuguaglianze.

    FIRMA L'APPELLO

    Dona
    ora

    Genova che osa si sostiene grazie a piccole donazioni. Contribusci anche tu.

    3€ 5€ 10€ 25€ 50€