Fermiamo
la guerra
contro i poveri.

PETIZIONE DIRETTA A MARCO BUCCI, SINDACO DI GENOVA

La giunta Bucci si accanisce sui più deboli: ha fatto schedare i mendicanti, multare chi rovista nei cassonetti.
Chiedi alla giunta di cambiare strada. Genova ha bisogno di atti concreti contro la povertà, non contro i poveri.

Il sindaco Bucci vuole trasformare Genova nel sobborgo di lusso di Milano, per farlo vuole cacciare dal centro storico e dai quartieri "bene" tutte le persone sgradite. In pochi mesi la sua giunta ha fatto schedare i mendicanti, ha previsto multe di centinaia di euro per chi fruga nei cassonetti e ha fatto installare apposite barriere per impedirgli di sedersi in alcune zone della città.

In Italia 1 persona su 4 è a rischio povertà. Nella nostra città le persone in condizione di grave deprivazione sono triplicate in pochi anni, gli accessi ai centri della Caritas sono raddoppiati e le richieste di case popolari quadruplicate. Una serie di dati raccolti nel dossier sulla povertà che abbiamo consegnato al sindaco Bucci. (Puoi leggere il dossier qui.) Chiediamo al sindaco di fermare immediatamente questa assurda guerra contro i poveri e di agire invece per contrastare la povertà. Genova non deve lasciare nessuno indietro.


Aggiornamenti

Degenera controllo dei vigili urbani, ferito un ragazzo senegalese

La Repubblica, 1 febbraio 2019

Stavo correndo, mi hanno tirato un calcio. Sono caduto e ho battuto la testa contro un palo», racconta. «Mi sono risvegliato all’ospedale». Senegalese, 21 anni, stava vendendo calamite ai turisti nella zona della Darsena.

Leggi l'articolo
"Genova Che Osa" dona al sindaco un dossier povertà

La Repubblica, 20 marzo 2018

"Il nostro lavoro statistico - ha spiegato Lorenzo Azzolini di Genova Che Osa - è stato elaborato anche per dimostrare alla giunta quando siano controproducenti le misure che sanzionano il disagio sociale"

Leggi l'articolo Leggi il dossier
Schedare la povertà, non i poveri. Presentato il dossier

La Repubblica, 1 marzo 2018

"A chi propone di 'schedare i poveri' rispondiamo analizzando la cause della povertà e provando a proporre soluzioni nel lungo termine che siano alternative all'inutile accanimento contro gli ultimi portato avanti da questa amministrazione"

Guarda il video Leggi il dossier

Condividi

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Invia per email Invia su WhatsApp Invia su Telegram
FIRMA LA PETIZIONE

761 hanno firmato. Arriviamo a 800.


Tienimi aggiornato sulla petizione. I tuoi dati personali saranno trattati in sicurezza e non saranno ceduti a terzi a fini commerciali, nel pieno rispetto della Privacy in base al Regolamento Europeo sulla protezione dei dati.