Giovanni Spalla

Giovanni Spalla è candidato alla camera nel collegio uninominale Liguria 1 per il Movimento 5 stelle.

LE SUE DICHIARAZIONI

A Suo giudizio, quali sono le due principali proposte della Sua Coalizione sulle quali ritiene fondamentale e urgente un impegno del Parlamento?

L’attuazione della transizione ecologica attraverso il superamento delle fonti fossili e ritornare al Sistema sanitario nazionale pubblico, capace di tutelare la salute come diritto fondamentale dell’individuo e interesse collettivo e garantisce cure gratuite agli indigenti. Per raggiungere questi due obiettivi si propone di redigere una legge urbanistica nazionale e di istituire un nuovo ministero in grado di disciplinare e gestire un piano nazionale urbanistico integrato ad approccio olistico, con funzioni di coordinamento delle regioni e dei comuni nelle materie du esclusiva competenza statale (paesaggio, patrimonio storico, ambiente, biodiversità e ecosistemi, sicurezza idrogeologica e sismica, sistema infrastrutturale terrestre e marittimo)

Nelle attività che precedono questa Sua candidatura può citare la principale esperienza di dialogo sociale e partecipazione a cui ha dato un decisivo contributo, aiutando a combinare saperi e interessi diversi e ad “arrivare al sodo”?

La più recente riguarda il progetto di restauro e recupero della Rimessa storica di Staglieno in val Bisagno genova per conto del comitato di Via Vecchia, da destinare a servizi di comunità, in alternativa al progetto del comune di Genova che demolisce la rimessa storica Staglieno, sostituendola con un parcheggio di interscambio nei tre piani sopraelevati, assolutamente incompatibile con l’ambiente urbano già fortemente intasato e privo di spazi pubblici. La rimessa Staglieno era antica sede dell’UITE ( omnibus e tram), espressione dell’architettura industriale dei primi del novecento con polonceau e finestre a nastro e con fondi voltati delle antiche stalle per i cavalli degli omnibus.

Come intende attuare la “rappresentanza della Nazione” prevista dalla Costituzione (art. 67) assicurando la propria autonomia da ogni condizionamento, specie da parte di poteri forti? E in particolare con mezzi finanziari di quale provenienza sta finanziando la Sua campagna elettorale?

Sono candidato del M5s nel collegio uninominale Liguria U1. Non utilizzo nessun finanziamento per la campagna elettorale, dando un piccolo contributo finanziario personale per la campagna elettorale che il M5s sta organizzando.

Se eletta/o, come pensa di realizzare un dialogo continuo con il proprio territorio di elezione: quanti giorni/ore settimanali dedicherà? In quali “spazi di democrazia” (sedi, piazze, luoghi di lavoro, luoghi pubblici e privati)? Con quale modalità darà conto ai propri elettori delle scelte compiute in Parlamento?

Applicando la pratica della partecipazione popolare attraverso una video conferenza aperta a tutti ogni mese; impegnandomi ad illustrare nei territori interessati su piazze e/o nelle associazioni di base i provvedimenti legislativi, piani e progetti di cui sarò protagonista come singolo o come associato. I risultati dei lavori parlamentari dovranno essere comunque pubblicati in tempo reale su un apposito sito internet, accessibile e aperto ai contributi di tutti.

LA CAMPAGNA

Le domande sono parte della campagna ideata dal Forum Diseguaglianze Diversità in vista delle elezioni politiche 2022 per dare strumenti che siano di aiuto a ragionare su programmi e candidature.

Il primo strumento è costituito da sette tabelle che confrontano le proposte delle coalizioni.

Il secondo strumento nasce dall’idea di mirare a un Parlamento composto da persone di valore, il cui operato peserà sul futuro di noi cittadini e cittadine e dei territori in cui viviamo. Proponiamo quattro domande da rivolgere a ogni candidato o candidata in lista che chiede il nostro voto.

Genova che osa ha deciso di sostenere l'iniziativa del ForumDD rivolgendo queste domande a candidate e candidati in posizioni di rilievo nei collegi della Liguria e appartenenti al campo della sinistra e del centrosinistra.

LEGGI DI PIÙ