Luca Garibaldi

Lista: PD
Circoscrizione: Genova
Valutazione: 5/5

La nostra valutazione Troviamo molto positiva la lettura delle disuguaglianze, che sono trasversali, e la menzione del diritto al futuro. È di conseguenza positiva l’indicazione di priorità d’azione da affrontare nell’ottica della riduzione delle disuguaglianze. Valutiamo molto positivamente e fondamentale l’appoggio al piano sull’eredità per l’autonomia dei giovani. Garibaldi è un consigliere uscente: è molto positiva la proposta di legge regionale a sua firma che ha recepito il piano sull’eredità. Più deboli le idee su come svolgere il mandato per creare rete con elettrici ed elettori promuovendo una nuova cultura della sinistra. Trattandosi di un consigliere uscente: rispetto ai colleghi dell’opposizione l’impegno per la trasparenza e la rendicontazione è stato decisamente superiore alla media, ma si deve fare molto di più.

Perché ti candidi? Quali sono i tuoi obiettivi e ideali? Cosa vuoi realizzare?

Tra le principali ragioni della mia candidatura, ci sono i temi della giustizia ambientale, della sostenibilità e della giustizia sociale. In concreto, la nostra regione è attraversata da numerose disuguaglianze - di reddito, di riconoscimento, di ruolo, di cittadinanza, generazionali - che le ultime crisi e le politiche della destra hanno aumentato. Penso che il primo compito della politica e delle istituzioni sia quello di operare attivamente per la costruzione del diritto al futuro, per tutti, indipendentemente dalle condizioni di partenza, attuando l'articolo 3 della Costituzione.

Come valuti la questione delle diseguaglianze in Liguria? Come orienta la tua azione politica?

La Liguria è una terra di grandi disuguaglianze. La riduzione delle disuguaglianze è una delle mie priorità, in molti campi: dalle politiche per le aree interne, al tema dei servizi alla persona, dalle politiche di welfare, a quella dei lavoratori senza diritti o con tutele minime. Ho presentato diverse proposte di legge, sui riders, sul reddito di autonomia, per provare a operare in questa direzione.

Condividi le 15 proposte per la giustizia sociale del Forum Diseguaglianze e Diversità? Se sì, quale ritieni prioritaria nel contesto ligure?

Le condivido pienamente. Assieme a Genova che Osa ho curato una proposta di legge regionale "Futura Umanità" di attuazione dell'eredità di autonomia dei giovani in Liguria.

Se sarai eletta o eletto come svolgerai il tuo mandato? Come agirai per rafforzare il rapporto con le tue elettrici ed elettori e per promuovere una nuova cultura della sinistra?

Se sarò eletto, penso di rafforzare il lavoro di ascolto e coinvolgimento attivo delle tante esperienze e competenze che ci sono nel tessuto ligure. La politica deve ritornare ai luoghi, con costanza e presenza, mettendo in campo una capacità di ascolto e di umiltà che è la principale strada per poter riassumere credibilità nell'azione di domani.

Se sei una eletta o un eletto che si ricandida, come hai agito per mantenere un rapporto con elettrici ed elettori? Hai svolto iniziative pubbliche?

In questi anni ho provato a mantenere un rapporto costante, fatto di incontri di mandato e di approfondimenti specifici. A fine mandato ho redatto un documento "Cronache dal Consiglio" (https://lucagaribaldi.it/cronache-dal-consiglio/) in cui ho sintetizzato per temi e risultati il lavoro di questa consiliatura. Il resoconto, oltre che distribuito fisicamente, è stato presentato in oltre una quindicina di incontri.

Se sei una eletta o un eletto che si ricandida, su quali temi e iniziative ti sei concentrata o concentrato nel tuo mandato? Quali sono stati i tuoi principali risultati?

Nel mandato precedente mi sono occupato di temi ambientali, legalità, di sanità, di lavoro e di nuove generazioni. Tra i risultati ottenuti, oltre ad aver orientato con diversi emendamenti 15 milioni di euro di risorse, c'è stato il finanziamento di un milione di euro per il recupero dei beni confiscati alle mafie, la redazione di una legge per il recupero dei sentieri e dei luoghi della Resistenza , una legge, approvata all'unanimità, per l'edilizia verde, per rafforzare l'efficientamento energetico degli edifici, l'introduzione delle comunità energetiche in Liguria, lo stanziamento del Fondo Strategico per le aree interne e per i progetti di rigenerazione urbana.

La campagna di Genova che osa

In queste settimane ci siamo impegnati in una campagna dal basso, a sostegno di proposte radicali e innovative, per motivare gli elettori di centrosinistra e fare pressioni sulle candidate e i candidati che sostengono Sansa affinchè si schierino con chiarezza per una Liguria più eguale e solidale. A pochi giorni dal voto pubblichiamo le risposte al nostro appello contro le diseguaglianze e le nostre valutazioni.

Guarda tutti

Commenta per primo

Oppure entra con l'email

    Controlla la tua email per attivare il profilo.

    Firma
    l'appello

    Ci impegniamo a sostenere il centrosinistra e chiediamo a Sansa e alle candidate e ai candidati della sua coalizione di impegnarsi a lottare contro le disuguaglianze.

    FIRMA L'APPELLO

    Dona
    ora

    Genova che osa si sostiene grazie a piccole donazioni. Contribusci anche tu.

    3€ 5€ 10€ 25€ 50€