Oscar Romagnone

Lista: M5S
Circoscrizione: Imperia
Valutazione: 4/5

La nostra valutazione Troviamo molti punti in comune nella lettura delle disuguaglianze, ma meno consequenzialità nelle proposte avanzate. L’opposizione a Toti come movente valoriale non è sufficiente per costruire una nuova sinistra. Valutiamo molto positivamente e fondamentale l’appoggio al piano sull’eredità per l’autonomia dei giovani. Più deboli le idee su come svolgere il mandato per creare rete con elettrici ed elettori promuovendo una nuova cultura della sinistra.

Perché ti candidi? Quali sono i tuoi obiettivi e ideali? Cosa vuoi realizzare?

Mi candido perché l'amministrazione regionale condotta negli ultimi cinque anni dal presidente uscente Toti e dalla coalizione di centro-destra è stata fallimentare in tutti i sensi: sul piano delle infrastrutture e del rilancio economico, sul piano sanitario (con la sua scriteriata politica di tagli e privatizzazioni ), sul piano dell'assistenza e della giustizia sociale, sul piano della difesa ambientale e su quello della formazione e dell'orientamento al lavoro. Tra i miei obiettivi amministrativi posso senz'altro citare: 1) una revisione legislativa che limiti il potere di penetrazione della GDO nei tessuti urbani a favore del piccolo commercio al dettaglio; 2) una modifica della legge-quadro regionale sull'artigianato con l’obiettivo di promuovere l’impresa a ‘valore artigiano’ ed estendere il marchio di qualità a tutti i settori artigiani, nonché la valorizzazione del ruolo formativo delle micro-imprese mediante la creazione di botteghe-scuola promuovendo una maggiore sinergia tra i centri per l’impiego e le associazioni artigiane nelle attività di orientamento al lavoro; 3) un contrasto più incisivo al gioco d’azzardo basato su videolottery e slot machines, valutando l’opportunità di estendere con legge regionale i limiti minimi di distanziamento dai luoghi sensibili (scuole, palestre, edifici di culto ecc.) e potenziare gli incentivi fiscali a favore degli esercenti che intendessero disinstallare quei terminali dalle proprie rivendite commerciali, al fine di prevenire la diffusione delle ludopatie nel nostro territorio e contrastare le infiltrazioni della malavita organizzata; 4) una revisione della legge regionale in materia di criteri per l’accreditamento delle case di riposo e delle RSA volta ad elevare gli standard di servizio richiesti per ottenere o mantenere l’autorizzazione ad esercitare quell’attività nonché una verifica di conformità agli obblighi derivanti dalle nuove norme nazionali e regionali che impongono l’installazione di sistemi di telesorveglianza nelle RSA e nelle case di riposo; 5) una maggiore attenzione alle problematiche dei lavoratori frontalieri riguardanti soprattutto il trasporto e la riqualificazione professionale, con particolare riferimento alla promozione del bilinguismo (francese-italiano) nel sistema scolastico della provincia d'Imperia visto come competenza chiave in un processo d’istruzione e formazione che voglia misurarsi con successo con le peculiarità della provincia di confine in cui presento la mia candidatura.

Come valuti la questione delle diseguaglianze in Liguria? Come orienta la tua azione politica?

Uno dei principi cardine del Movimento 5 Stelle "uno vale uno" si ispira esattamente ad un modello di società più equa, in cui le inevitabili e ammissibili diversità nelle condizioni di partenza non devono diventare ostacolo all'esercizio dei propri diritti né all'espressione delle proprie potenzialità per i più svantaggiati, così come afferma la nostra Costituzione repubblicana e democratica. La politica deve essere intesa come autentico 'servizio' e non già come 'mestiere'. Alle persone più disagiate, più emarginate e più fragili deve essere riconosciuta pari dignità e, per far questo, occorre fare in modo - innanzitutto - che le rendite di posizione godute dai soggetti più avvantaggiati non diventino strumento di esclusione e non vengano sfruttate per privare in maniera sistematica e organizzata i soggetti più deboli dall'accesso ai loro diritti. In questo senso va rifiuta nella misura più ferma e totale la politica del centro-destra, ispirata quasi sempre ad una mentalità 'padronale' in cui i territori diventano quasi dei 'feudi' da trasmettere per diritto ereditario e il rapporto con i beni e le persone presenti su di essi risponde ad una logica di possesso e di esclusione (vedasi il tema dell'odio e della rabbia alimentati contro i migranti visti, nel migliore dei casi, come pericolo e minaccia).

Condividi le 15 proposte per la giustizia sociale del Forum Diseguaglianze e Diversità? Se sì, quale ritieni prioritaria nel contesto ligure?

L'ultima, cioè la n.15 (La legge regionale sull’eredità per l’autonomia dei giovani) perché è la più specifica e qualificante in un contesto demografico come quello ligure caratterizzato da un tasso di natalità bassissimo e dalla più alta percentuale di popolazione anziana d'Italia.

Se sarai eletta o eletto come svolgerai il tuo mandato? Come agirai per rafforzare il rapporto con le tue elettrici ed elettori e per promuovere una nuova cultura della sinistra?

Svolgerò il mio mandato in stretto contatto con il mio territorio e, soprattutto, con le formazioni sociali, le categorie produttive, le rappresentanze sindacali, le autonomie locali, il mondo dei giovani e del volontariato, in uno spirito di profonda attenzione verso le fasce più deboli e più disagiate e nel rispetto dei principi di solidarietà e giustizia sociale.

Se sei una eletta o un eletto che si ricandida, come hai agito per mantenere un rapporto con elettrici ed elettori? Hai svolto iniziative pubbliche?

 

Se sei una eletta o un eletto che si ricandida, su quali temi e iniziative ti sei concentrata o concentrato nel tuo mandato? Quali sono stati i tuoi principali risultati?

La campagna di Genova che osa

In queste settimane ci siamo impegnati in una campagna dal basso, a sostegno di proposte radicali e innovative, per motivare gli elettori di centrosinistra e fare pressioni sulle candidate e i candidati che sostengono Sansa affinchè si schierino con chiarezza per una Liguria più eguale e solidale. A pochi giorni dal voto pubblichiamo le risposte al nostro appello contro le diseguaglianze e le nostre valutazioni.

Guarda tutti

Commenta per primo

Oppure entra con l'email

    Controlla la tua email per attivare il profilo.

    Firma
    l'appello

    Ci impegniamo a sostenere il centrosinistra e chiediamo a Sansa e alle candidate e ai candidati della sua coalizione di impegnarsi a lottare contro le disuguaglianze.

    FIRMA L'APPELLO

    Dona
    ora

    Genova che osa si sostiene grazie a piccole donazioni. Contribusci anche tu.

    3€ 5€ 10€ 25€ 50€