Perchè "Genova che osa"?

"Sull’orlo del baratro ha capito la cosa più importante” miagolò Zorba. ”Ah sì? E che cosa ha capito?” chiese l’umano. ”Che vola solo chi osa farlo” miagolò Zorba.

Sono le ultime righe di "Storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò a volare" di Sepulveda. Genova è a un bivio: da una parte un lento declino, dall'altra nuove opportunità. Dipende da noi. Servono scelte chiare e coraggiose. Bisogna tornare a osare e avere l'ambizione di determinare il cambiamento. Ecco perché abbiamo pensato a questo titolo.

Commenta per primo

Controlla la tua email, ti è stato mandato un link per attivare il tuo account.