Io sto con alberto

Denunciamo razzismo e diseguaglianze, ricordando Prince Jerry


Alberto Rosada, a nome degli studenti di Padova, ha denunciato razzismo e disuguaglianze, ricordando la storia di Prince Jerry.
Alberto è stato violentemente attaccatto dai leghisti per aver raccontato una verità scomoda.

«Sapete qual è la differenza tra me e Prince Jerry? Io sono vivo, lui è morto. Io potrò andare in Erasmus. Lui, già laureato, per cercare un futuro migliore, è dovuto passare attraverso l’inferno libico e il Mediterraneo. Altre differenze? Il colore della pelle. Lui era nigeriano, io sono italiano, e proprio perché sono italiano la mia vita per qualcuno sembra valere di più». Venerdì scorso all’Inaugurazione del 797° Anno Accademico dell’Università degli Studi di Padova è intervenuto Alberto Rosada, presidente del Consiglio degli Studenti.

Alberto per queste sue dichiarazioni è stato violentemente attaccato dall'assessore leghista Roberto Marcato con queste parole “Ognuno ha le sue idee, ma trovo che il discorso dello studente fosse del tutto inadeguato per il luogo e la situazione. L’ho trovata un’azione meramente politica, e trovo che se uno vuol fare politica ha tutto il diritto. Ma allora si candidi, monti un palco e parli di quello che vuole.”

Alberto è il presidente del consiglio degli studenti è stato votato da migliaia di ragazzi e ragazze come lui.

Noi ad alberto diciamo grazie per il suo coraggio e le sue parole di umanità: Alberto siamo con te!


Condividi

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Invia per email Invia su WhatsApp Invia su Telegram
FIRMA LA PETIZIONE

2 hanno firmato. Arriviamo a 0.


Tienimi aggiornato sulla petizione. I tuoi dati personali saranno trattati in sicurezza e non saranno ceduti a terzi a fini commerciali, nel pieno rispetto della Privacy in base al Regolamento Europeo sulla protezione dei dati.