Fassio
dimettiti!

1.714 hanno firmato. Arriviamo a 1.800
1714 FIRME
Diretta a

Marco Bucci, sindaco di Genova

Promossa da

Circolo Oltre il Giardino

Petizione
L’Assessora ai Servizi Sociali del Comune di Genova, Francesca Fassio, sta sfasciando il welfare cittadino.
Sostengo lo sciopero dei lavoratori e chiedo a Bucci la sua immediata sostituzione.

L’Assessora ai Servizi Sociali del Comune di Genova, Francesca Fassio, sta sfasciando il welfare cittadino. I Servizi Sociali, come recita l’articolo 3 della Costituzione, hanno il compito di contribuire a rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che limitano la libertà e l’eguaglianza dei cittadini impedendo il pieno sviluppo della persona e la sua partecipazione all’organizzazione politica, economica e sociale del Paese.

L’Assessora insinuando un parallelismo tra l’Amministrazione Comunale ed i fatti di Bibbiano e sollevando dai loro incarichi alcuni funzionari ha lasciato cadere sull’intero sistema un pregiudizio ideologico innescando un processo di sfiducia nei confronti dell’Istituzione da lei guidata.

Gli operatori dei servizi sociali di Genova per questo motivo sono in stato di agitazione e hanno proclamato lo sciopero.

Siamo di fronte a un’Assessora che non riesce a esercitare il suo ruolo istituzionale, che sdogana nelle comunicazioni e nelle pratiche contenuti emotivi del tutto inadeguati rispetto alla necessità di elaborare politiche strategiche per la città, che promuove un’organizzazione dei servizi accentratrice, confusa nei ruoli e familistica, che sostiene giochi di potere sulla pelle dei cittadini e sottolinea la necessità del posizionamento degli operatori attraverso un: “sei con me o contro?”.

L’idea dell’Assessora è di operare nel welfare secondo una visione dei “buoni sentimenti”, che in realtà apre la strada a un sistema assistenziale, dove la questione sociale viene ridotta a storia di pochi, marginale e residuale.

Le politiche di welfare, invece, sono indispensabili per dare piena attuazione all’articolo 3 della Costituzione attraverso contributi tecnici differenziati ed integrati tra le diverse professionalità e le diverse funzioni ed anime che compongono la rete di protezione sociale.

Le politiche di welfare devono essere politiche generative al servizio delle singole persone e della città nel suo insieme. In un momento in cui crescono la disuguaglianza, la povertà materiale e immateriale, l’emarginazione, e’ necessario sviluppare nuovi servizi di welfare, adeguati nel rispondere ai bisogni individuali e collettivi di questo tempo, a mediare le tensioni tra individui e collettività, favorendo la convivenza nella differenza, facendo crescere la coesione sociale e di conseguenza la sicurezza per tutti i cittadini.

Per questo, chiediamo al sindaco Bucci l’immediata rimozione dell’Assessora Fassio e la sostituzione con un assessore con le competenze politiche di governo di un settore d’importanza strategica per la città, capace di guidare un’organizzazione dei servizi integrata e consapevole, per la delicatezza dei servizi erogati, capace di intendere la funzione del welfare volta ad assicurare i diritti delle persone in una logica universale, ripristinando condizioni di lavoro adeguate per gli operatori sociali e rispettose delle loro competenze professionali, dei bisogni dei cittadini e della città intera.

Condividi
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Invia per email Invia su WhatsApp Invia su Telegram
FIRMA LA PETIZIONE

L’Assessora ai Servizi Sociali del Comune di Genova, Francesca Fassio, sta sfasciando il welfare cittadino. Sostengo lo sciopero dei lavoratori e chiedo a Bucci la sua immediata sostituzione.

Acconsento al trattamento dei miei dati personali, secondo la privacy policy di Genova che osa.