RAFFAELE RUBATTINO

Raffaele Rubattino fu un imprenditore italiano che fondò una compagnia di navigazione estendendo così le rotte commerciali Italiane. Tuttavia fu anche un armatore che negli anni 70 dell'800 pose le basi per il colonialismo italiano. Nel 1869 il missionario colonialista Giuseppe Sapeto comprò insieme a Rubattino e con l'aiuto della sua compagnia La Baia di Assab. Per non destare sospetti o interesse tra le altre potenze coloniali Rubattino giustifico l'acquisto della Baia facendola risultare sulla carta come una base di rifornimento di Carbone per le sue navi. L'acquisto della Baia di Assab non avvenne una volta sola ma ben due. La prima volta infatti l'area venne rioccupata dall'Egitto. Tuttavia venne acquistata nuovamente nel 1869 da parte di Sapeto e Rubattino il quale non esitò a fare ancora una volta da prestanome, sfruttando la sua compagnia come copertura per rendere possibile l'espansione italiana. Quell'anno le truppe italiane invasero Assab, nell'82 passò definitivamente sotto il governo italiano. Rubattino tentò di acquistare altri luoghi diverse volte ma fortunatamente fallì riportando come unica conquista la baia di Assab, luogo dal quale purtroppo ebbe inizio l'espansione coloniale italiana attraverso una guerra durata 10 anni (dall'85 al 95): la guerra di Eritrea.